12 settembre 2015

Yawning



Arapaima gigas (Schinz, 1822)
Acquario di Berlino
2015

28 maggio 2014

Pesci accetta che non lo erano




Su di una galleria di Repubblica, dedicata alla foto più strane della rete, compare la foto qui sopra che ritrae due pesci abissali. Il nome volgare anglofono è Hatchetfish, pesce accetta. I nomi volgari non sono come quelli scientifici, ridondano parecchio e creano confusione. Perché i pesci accetta sono anche questi (che sono piccoli, d'acqua dolce, sudamericani e anche bellini)

Edit: le foto non sono più disponibili, qui facevo riferimento a delle Carnegiella strigata

E nella didascalia della foto di Repubblica la foto in alto ha il nome della specie in basso. Sono entrambi pesci accetta. E' un errore banale e innocente ma magari qualcuno con molto più tempo di me avrà la voglia di indignarsi (voglia che spesso trovo del tutto ingiustificata ma sempre molto simpatica).


Questo post quindi andrà avanti analizzando la semiotica del pesce accetta, il ruolo della tassonomia zoologica nelle iniziative editoriali digitali e l'esigenza di scrivere un post sul nulla pur di dare un segnale anti entropico.

Oppure potrei cercare di fare l'unica cosa saggia: giungere alla verità.
Quale verità?
Che il pesce accetta non esiste.



26 aprile 2014

Due canali Youtube che un video vale più di mille foto.




Questo è il canale di Ivan Mikolji. Video snorkling nei fiumi e laghi venezuelani. Vedere i pesci in natura ha sempre un fascino incredibile.





Questo canale invece è tenuto su da due ragazzi che bevono birra, fumano sigarette, dipingono e parlano dei loro 8 acquari. Hipster e acquari, era solo questione di tempo. I video sono belli, i ragazzi sono simpatici e anche se alcune cose sono discutibili, ecco, a me piacciono molto.


14 marzo 2014

Labeo Barbus Crossocheilus Puntius Sahyadria, verso l'infinito e oltre, denisonii



By Michał Zalewski (Own work) via Wikimedia Commons

Del vecchio Puntius denisonii ne ho parlato qui, qui e qui (non si cliccano i qui perché non mi andava di ipertestualizzarli, troppo stanco, però lo fanno tutti e rende il post più autorevole anche il solo sapere che si è scritto in precendenza qualcosa che valga la pena rileggere). 

Vabbe' gli hanno cambiato il generico in Sahyadria, il cambiamento prevede pulizia filetica e ricollocazione sistematica di chi nel gruppo centrava poco. Lo specifico rimane lo stesso come anche data di descrizione e descrittore. Insomma sotto le foto, o se volete scrivere una cosa fatta giusta, ora si scrive:


Sahyadria denisonii (Day, 1865)


Fin qui la notizia è vecchia. Se siete del giro la sapete già. Ma se siete del giro e siete pure un pò nerd allora scaricatevi l'articolo da qui (stavolta funziona) e godetevi 'sta cosa  che a me piace tanto e mi ci incastro sempre come se non ci fosse un domani.
Che poi questo tipo di rappresentazioni dei rapporti tra viventi sembrano fatte per animali a simmetria radiale, tipo i ricci di mare. Secondo me un riccio di mare autocosciente coglierebbe al volo la complessitaà di questo tipo di grafica. Abbiamo mandato sonde fuoi dal sistema solare e facciamo disegni buoni per gli echinodermi.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...